Ecco perché il Cross-Training è molto importante per i corridori

Ho sempre cercato di allenarmi nel miglior modo possibile per esperienze in cui è necessario correre parecchie miglia come nelle maratone. Ma, in effetti, l’allenamento consiste principalmente nel correre il più possibile per più tempo possibile. Ma cosa succede se invece non puoi correre?

 

Questo è il dilemma che sto affrontando proprio adesso, mentre combatto con una frattura al piede avvenuta mentre mi allenavo. La mia fisioterapista mi ha detto che potrebbero volerci almeno sei settimane prima che il mio piede si riprenda completamente e io possa ricominciare ad allenarmi (tutto questo sempre che io tenga a riposo il piede e mi ricordi di tenerlo sotto del ghiaccio per parecchio tempo ogni giorno). E, considerando il tempo che mi ci è voluto prima di poter affrontare una rampa di scale senza piangere dal dolore- o semplicemente camminare- anche quella delle sei settimane sembra una stima molto ottimistica. Quindi, a soli due mesi dal grande giorno, questo significa che il mio grande sogno sta per andare in frantumi?

Con un po’ di fortuna, no! Grazie alla meraviglia del cross-training dovrei essere in grado di mantenermi allenata e magari ricomporre le mie abilità da corritrice andando un po’ in palestra. Da quanto ho capito, la corsa mette molta pressione sui tuoi legamenti, e quindi gli infortuni non sono rari. Ma combinalo con l’andare in bicicletta, il nuotare e del lavoro di resistenza, e riuscirai a rinforzare una serie molto più vasta di muscoli e migliorare le tue abilità di resistenza, e così anche le tue abilità nella corsa potranno usufruirne.

Molti esperti suggeriscono che il nuoto sia un ottimo modo per tenersi allenati senza esercitare troppa pressione sui propri legamenti.
Ecco a voi un po’ esercizi base per i corridori che vogliono nuotare:

 

Riscaldamento per 10 minuti, poi di seguito:

-100 metri facili (lentamente)

-75 metri facili, 25 metri difficili (velocemente)

-50 metri facili- 50 metri difficili

-25 metri facili- 50 metri difficili

-100 Metri difficili

 

Ripeterlo due volte e poi prendersi dieci minuti di pausa. In questo modo avrete messo alla prova il vostro sistema cardiovascolare e le vostre gambe vi ameranno per questo.

 

E per far davvero decollare i vantaggi? “Prova a mettere insieme programma di esercizi corporei da fare due volte alla settimana per mantenere i muscoli e le articolazioni sane. Salto, squat, affondi, esercizi di estensione dell’anca sono tutti ottimi. Se avete il tempo e le strutture, sollevamento pesi olimpico è anche un grande strumento di condizionamento, ma non provatelo a meno che non disponiate di un allenatore esperto per guidarvi. ”

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *